• EBL512 G3

    Sistema di allarme antincendio intelligente. Fino a 30.600 dispositivi attraverso 30 pannelli di controllo.

Sistema EBL512 G3

EBL512 G3 è un sistema di allarme antincendio analogico indirizzabile che supporta anche rivelatori tradizionali. EBL512 G3 è conforme agli standard EN54 parte 2 (apparecchiature di controllo e indicazione) ed EN54 parte 4 (alimentazione). Ogni centralina CIE (Control and Indicating Equipment) può comunicare con massimo 1020 rivelatori, unità di ingresso e di uscita. Fino a 512 di queste unità possono essere punti di allarme. Ogni CIE presenta quattro anelli per il collegamento di rivelatori analogici, punti chiamata manuali, unità di ingresso e di uscita, ecc. Ogni unità dell'anello utilizza un indirizzo singolo. Ogni CIE funziona in modo autonomo o collegata a una rete TLON (Echelon) con massimo 30 CIE. Di conseguenza, il numero totale di rivelatori e altre unità dell'anello in un sistema completo supera 30.600. Ogni CIE ha accesso alle informazioni di tutte le altre CIE nello stesso sistema di rete.

EBL512 G3 - un concetto unico nel suo genere, per una rivelazione precoce senza allarmi indesiderati.
EBL512 G3 è la terza generazione dei sistemi di allarme antincendio EBL analogici di terza generazione, con funzionalità esclusive in combinazione a capacità di adattamento all'ambiente circostante, autodiagnosi e interattività. Il sistema può essere installato quasi in ogni ubicazione.

  • Ogni rivelatore analogico nel sistema si adatta all'ambiente circostante. La sensibilità di ogni rivelatore analogico è costante, indipendentemente dal livello di contaminazione o particelle di sfondo. Ogni cambiamento a lungo termine si distingue dalle variazioni a breve termine associate a un incendio nelle fasi iniziali.
  • La funzione di autodiagnosi rivela qualsiasi deviazione dalle condizioni normali, definite con precisione, nei circuiti elettronici e nella camera di rivelazione. La funzione di interattività utilizza le informazioni di uno, due o più rivelatori nel sistema per fornire una rivelazione più sicura degli incendi reali.
  • Una gamma di rivelatori analogici all'avanguardia fornisce al sistema informazioni precise e prive di interferenza sui livelli di fumo e calore nell'installazione.

Panoramica del sistema

I sistemi di allarme antincendio Panasonic sono concepiti per soddisfare i requisiti di sistemi autonomi e/o di grandi dimensioni utilizzando diverse unità di controllo e indicazione (CIE) denominate pannelli di controllo. Con EBL512 G3 è possibile espandere un'installazione autonoma collegando fino a 30.600 dispositivi, tramite 30 pannelli di controllo, con 4 anelli di rivelatori ciascuno.

Ai 4 anelli si può collegare un'ampia gamma di unità:

  • Rivelatori analogici indirizzabili – anche rivelatori di sicurezza intrinseca (IS)
  • Rivelatori tradizionali
  • Punti chiamata manuali indirizzabili
  • Isolatori da corto circuito indirizzabili
  • Unità di ingresso e di uscita indirizzabili – uscite monitorate
  • Segnalatori acustici, sirene e fari indirizzabili

Il sistema di allarme antincendio EBL512 G3 offre una varietà di funzioni conformi ai requisiti più rigorosi associati alla rivelazione, alla presentazione e alle misure da adottare in caso di incendio.

Se un rivelatore viene contaminato da fumo, il sistema emette automaticamente un segnale di servizio. Il sistema supporta un grande numero di algoritmi di rivelazione incendi, che si possono impostare per ciascun rivelatore analogico. È possibile controllare il sistema in remoto tramite reti globali. Funzione di Annuncio di allarmi: è possibile ritardare l'uscita del trasmettitore di allarmi al fine di consentire indagini immediate sulle condizioni di allarme esistenti in loco. Disattivazioni: una zona, un punto di allarme, un'uscita programmabile e l'uscita del trasmettitore di allarmi possono essere disattivate singolarmente. Per le disattivazioni e altro si possono utilizzare i canali temporali interni (l'orologio della CIE) o esterni (ad es. un timer). Le uscite sono programmabili dall'utente con estrema flessibilità e permettono di controllare unità esterne, quali dispositivi di allarme, sistemi di estinzione, ecc. Ogni CIE supporta il collegamento di massimo 8 display, ad esempio pannelli esterni per vigili del fuoco o unità di annuncio degli allarmi. È possibile collegare un server Web per informazioni e controllo remoto tramite Internet e/o come gateway per un sistema esterno.

Ogni CIE, 5000 / 5001, supporta quattro anelli per massimo 1020 indirizzi, 512 dei quali possono essere punti di allarme. La CIE è dotata di alimentatore interno. Le batterie normalmente vengono collocate all'interno del case. È possibile collegare internamente fino a sei schede di espansione.

Schede di espansione:

  • Scheda di espansione per 8 zone 4580. Scheda di espansione con 8 ingressi di linea per zone di rivelatori tradizionali.
  • Scheda di espansione per 8 relè 4581. Scheda di espansione con otto contatti per relè a scambio programmabili.
  • Scheda di espansione con ingressi e uscite 4583. Scheda di espansione con tre uscite programmabili e cinque ingressi programmabili (questa scheda è stata progettata in conformità ai requisiti – VdS – tedeschi).
  • Scheda per matrice I/O 4582. Una scheda speciale che occorre collegare a una scheda per applicazioni. Sono disponibili 16 ingressi switch programmabili e 48 uscite LED programmabili.

EBL512 G3 e le reti TLON
Le CIE di EBL512 G3 supportano il collegamento a una rete TLON (Echelon). In una rete singola si possono installare fino a 30 nodi (CIE). Uno dei nodi può essere un PC esterno. Un driver software in dotazione assicura il pieno controllo e l'accesso tramite PC a tutte le CIE EBL collegate alla rete TLON.

Strumento di pianificazione, messa in servizio e installazione
Un moderno sistema di allarme antincendio quale EBL512 G3 è estremamente complesso. Per assicurare prestazioni ottimali e ridurre i costi al minimo nella pianificazione, installazione, messa in servizio e manutenzione del sistema,  Panasonic offre ai distributori un potente strumento per PC, basato su Windows, EBLWin, che costituisce un pacchetto di supporto completo per i sistemi EBL512 G3 ed EBL128. Con EBLWin si creano dati specifici per il sito (SSD, Site Specific Data), che quindi vengono scaricati nelle CIE. Ciò accade anche nel caso della configurazione del server Web.

Per la programmazione della rete TLON, si utilizza un altro strumento per PC, basato su Windows, TLON Manager.

Infine un ulteriore strumento per PC, basato su Windows, WebG3, consente di configurare il server Web.