IL LASER FA IL GIRO DEL MONDO CON DRAKE

PRG XL Video allestisce una scenografia mozzafiato per il tour europeo “Boy Meets World” di Drake, utilizzando il PT-RZ31K, d3 e Blacktrax

Il direttore e progettista del tour Steve Kidd e il direttore e progettista delle luci Guy Pavelo collaborano entrambi con Drake da oltre cinque anni, nei quali hanno ideato gli allestimenti di diversi tour. I due esperti si sono rivolti a PRG, fornitore leader di tecnologie per eventi, per l’implementazione dei concept in Nord America ed Europa.

La scenografia dello spettacolo era incredibilmente complessa e riuniva una varietà di attrezzature per illuminazione e video, tra cui un sistema di illuminazione a LED e un video wall, oltre a una serie di dispositivi di proiezione.

Un elemento chiave dello show in Europa è stato un enorme globo da proiezione, ottenuto combinando otto proiettori a laser PT-RZ31K disposti in quattro doppie file, che creavano un’immagine impressionante grazie al contributo di tecnologie Blacktrax e d3.

 

Guy Pavelo spiega l’origine dell’idea: “Il globo da proiezione si ispira a un’installazione artistica messa in scena a Toronto nella scorsa stagione. Si chiamava “Death of the Sun” e consisteva in una sfera di 13,7 m di circonferenza, disposta su un piedistallo e utilizzata per effetti di projection mapping. Nel corso di 12-15 minuti, sulla sfera venivano riprodotte le varie fasi del ciclo solare - dalla nascita della stella, alla nebula e infine al suo esaurimento”.

“Il team che ha sviluppato la sfera aveva già collaborato con Drake in passato, quindi siamo stati fortunati: è bastata una semplice telefonata per ricevere l’autorizzazione a sfruttare le idee e l’originale e lanciare l’implementazione del progetto”, continua Pavelo. “Due giorni dopo avevamo già un prototipo con cui iniziare a sperimentare in Europa.

“Il team utilizza d3 e Blacktrax per mappare e monitorare il globo mentre viene gonfiato durante lo spettacolo, quindi siamo in grado di riallinearlo completamente per una proiezione perfetta”.

Gli specialisti di monitoraggio in tempo reale di Blacktrax hanno messo a punto un sistema capace di tenere traccia di oggetti attraverso varie dimensioni, considerando imbardata, passo e rotazione dell’oggetto, oltre al suo movimento diretto in 3D. Da qui il sistema trasmette informazioni ad altri dispositivi, tra cui attrezzature audio e per illuminazione, controller multimediali e telecamere.

Poiché tutta la strumentazione dello show riceve i dati necessari per seguire gli oggetti in movimento, il risultato è un effetto visivo incredibile.

Il PT-RZ31K è stato impiegato con successo nei Giochi Olimpici di Rio 2016, il primo evento di portata internazionale per quello che, all’epoca, era solo un prototipo. Con 30.000 lumen di luminosità a laser SOLID SHINE, questo proiettore ha dimostrato di saper gestire gli eventi live più importanti e impegnativi.

A gennaio 2017, PRG ha dedicato un ingente investimento ai proiettori a laser Panasonic con luminosità ultra-elevata, facendo della produzione teatrale Bat Out of Hell - The Musical la prima a trarre vantaggio dal PT-RZ31K a Manchester.

“Il team utilizza d3 e Blacktrax per mappare e monitorare il globo mentre viene gonfiato durante lo spettacolo, quindi siamo in grado di riallinearlo completamente per una proiezione perfetta”.

La ridotta emissione di calore dai moduli a diodo laser ha consentito di riprogettare completamente il sistema di raffreddamento. Affidandosi a ventole per il ricircolo dell’aria, i proiettori a lampada possono rivelarsi molto rumorosi e creare problemi in alcuni tipi di installazioni, come nei teatri, nelle gallerie d’arte e negli eventi aziendali.

I proiettori a laser, d’altra parte, sono molto più silenziosi e, poiché richiedono anche una manutenzione minima, sono perfetti per il mercato del noleggio e degli eventi live

 

Immagine autorizzata da © PRG UK LTD/Alison Barclay