• PERCHÉ INVESTIRE NELLA PROIEZIONE IN 4K?

Il 4K come chiave di successo nel mondo dell’istruzione

Autore: Ben Moors, Project Sales Manager per il Benelux, Visual Solutions

La tecnologia nel settore dell’istruzione progredisce costantemente. La grande diffusione dei dispositivi mobili che sostengono lo sviluppo dei metodi di “apprendimento misto” crea maggiori opportunità d'innovazione all’interno del modello didattico tradizionale.

In un contesto in cui gli istituti sono maggiormente consapevoli dell’importanza delle tecnologie di ultima generazione per attirare gli studenti, i quali, a loro volta, si aspettano un’esperienza di apprendimento più innovativa, il settore dell’istruzione superiore del Regno Unito spicca come principale mercato in espansione. Panasonic ha focalizzato gran parte del proprio sviluppo tecnologico sulle esigenze del mondo Education e, in particolare, è stata tra i pionieri nel dedicarsi alla cosiddetta “classe capovolta”.

E allora, qual è la tecnologia che sta guidando l'innovazione delle nostre università?

Panasonic è stata il primo produttore a lanciare sul mercato proiettori con un funzionamento fino a 20.000 ore senza necessità di manutenzione. Il passaggio alla tecnologia laser è stato sostenuto dall’istruzione superiore, che richiedeva maggiore affidabilità e luminosità.

Attualmente si sta affermando la tendenza a integrare la flessibilità del 4K nelle tecnologie standard. Questo significa che gli istituti sono in grado di riprodurre contenuti in alta definizione, e poiché i proiettori in 4K Panasonic (PT-RQ22K, PT-RQ13K) sono dotati di quattro ingressi Full HD separati, ora si possono riprodurre quattro ampie immagini HD su un singolo schermo di proiezione. In questo modo, diventa possibile visualizzare simultaneamente contenuti provenienti da diverse sorgenti, come video, testi, presentazioni e immagini riprese da telecamere.

Questo sistema innovativo è stato implementato dalla University of Technology di Delft (TU Delft), nei Paesi Bassi.

Per l’Università lo spazio era un problema sempre più rilevante, soprattutto a causa del notevole aumento di studenti registrato tra il 2005 e il 2015, un periodo durante il quale gli iscritti sono passati da poco più di 12.000 a circa 25.000.

Invece di ampliare le aule e le sale conferenza, la TU-Delft ha incaricato vari team di studiare possibili alternative innovative. Grazie al loro contributo, l’Università è stata pioniera di un nuovo trend, convertendo le tecnologie AV da semplici dispositivi di supporto ad una risorsa strategica.

Oggi, la TU-Delft utilizza le tecnologie audio-video in combinazione con ICT, come asset fondamentale per raggiungere obiettivi quali il coinvolgimento, l’esperienza, la sostenibilità e un solido controllo finanziario. L’Università ha predisposto ambienti didattici fisici e online e ha installato proiettori a laser Panasonic in oltre 300 aule e sale conferenza.

Grazie alla straordinaria qualità dei proiettori laser in 4K il contenuto può essere più efficacemente arricchito con illustrazioni, grafici o foto e, di conseguenza, i materiali didattici sono più chiari e semplici da comprendere. Per ottimizzare l’ambiente di apprendimento digitale, è stata introdotta la proiezione parziale o a quadranti, che permette ai docenti di proiettare quattro contenuti diversi allo stesso tempo, grazie ai proiettori laser in 4K. 

Questo nuovo livello di coinvolgimento durante i corsi facilita la comprensione delle materie da parte degli studenti, i quali ottengono inoltre risultati migliori.

La TU-Delft rappresenta l'esempio perfetto per crescita e internazionalizzazione nel settore Education, utilizzando la tecnologia AV come una risorsa strategica per l'Università, determinante non soltanto per il trasferimento delle conoscenze, ma anche per il coinvolgimento e l’esperienza degli studenti durante i corsi e le conferenze.

Per ulteriori informazioni sulla proiezione in 4K Panasonic, visitare: https://business.panasonic.it/sistemi-visuali/prodotti-e-accessori/proiettori/proiettori-per-grandi-strutture