• Una proiezione perfetta sulla passeggiata

Una proiezione perfetta sulla passeggiata

War productions ha selezionato 14 proiettori Panasonic a 17.000 lumen per allestire una mappatura digitale semi-permanente alla Blackpool Tower.   

A Blackpool si svolge il festival delle decorazioni luminose più importante al mondo. Ogni autunno, per nove settimane, 119 km di cavi per illuminazione addobbano i 10 km di lungomare di questa città turistica nel nordovest dell'Inghilterra, da Squires Gate a Red Mile Road. 

Nel 2014, i visitatori hanno toccato la cifra record di 3,5 milioni di persone, ma molti vi ritornano ogni anno. È quindi essenziale per l'amministrazione cittadina mantenere il festival sempre attuale e migliorarlo a ogni nuova edizione. 

Per il 2015, gli organizzatori hanno deciso di ricorrere alle più recenti tecnologie di proiezione a mappatura digitale al fine di illuminare un edificio iconico, la Blackpool Tower Ballroom, con contenuti che si richiamavano alla storia cittadina, proponendo immagini simbolo su un sottofondo musicale. 

L'appalto da 2 milioni di sterline, finanziato dal Coastal Communities Fund in collaborazione con il Blackpool Council e LeftCoast, è stato vinto da War Productions (WarPro). L'azienda è stata incaricata di realizzare il progetto Lightpool, uno spettacolo di mapping projection che avrebbe ricoperto l'intero lato frontale dell'antico edificio, con integrazioni sia sulla passeggiata che sulla torre, superando ampiamente le aspettative del pubblico familiare a cui si è sempre rivolta Blackpool. 

Richard Ryan, responsabile per l'illuminazione presso il Blackpool Council, afferma: "Il festival delle decorazioni luminose rappresenta il catalizzatore principale del turismo per la nostra città. È uno spettacolo gratuito che attira milioni di persone ogni anno. Lightpool ci ha consentito di migliorare drasticamente la nostra offerta a questi visitatori". 

"Il progetto presentato da WarPro per la gara d'appalto ci ha entusiasmato: era perfetto sotto ogni punto di vista, dalla competenza di Ross Ashton e del suo team di The Projection Studio al kit di Panasonic scelto per l'implementazione e alla formazione tecnica inclusa nell'offerta. Quest'ultimo aspetto ci ha consentito di includere nel progetto Lightpool due apprendisti che, in futuro, con il loro talento e le competenze maturate, integreranno efficacemente le risorse del reparto di illuminazione". 

"Il nostro team interno ha collaborato con WarPro, fornendo la propria esperienza di illuminazione per dare risalto agli effetti intorno alle aree mappate. Decorazioni quali il profilo, la cima e il cuore della torre, oltre a tutte le luci circostanti, sono sincronizzate con il resto dello spettacolo, per cui quando la mappatura di proiezione diventa blu, assume lo stesso colore anche la torre. Sono accorgimenti come questi che hanno aggiunto una nuova ricchezza di dettagli all'allestimento. E, in fondo, tutto questo riflette l'autentico spirito di Blackpool, una città pionieristica, sempre alla ricerca di novità”.

Per mappare l'edificio sono stati installati in totale 14 proiettori PT-DW17K2 di Panasonic. Ciascuno raggiunge 17.000 lumen, con un rapporto di contrasto di 10.000:1. Analogamente ad altri proiettori per grandi schermi di Panasonic, il PT-DW17K2 presenta una struttura estremamente compatta e offre un'ampia gamma di funzioni avanzate, come la connettività DIGITAL LINK, il supporto della modalità verticale e la proiezione multi-schermo.

"Era essenziale creare ridondanza nel progetto. Il modo più semplice è stato scegliere i proiettori Panasonic".

Alastair Young, Managing Director di WarPro, commenta: "Il sabato sera possono assistere allo show Lightpool fino a 10.000 persone. Per assicurare a tutti un'esperienza indimenticabile dovevamo creare ridondanza nel progetto. Il modo più semplice è stato scegliere i proiettori Panasonic, dotati di un sistema a quattro lampade. Così siamo sicuri che, in caso di guasto di una lampada, lo spettacolo può continuare". 

 

Cura dei dettagli

Naturalmente una mappatura di proiezione di 11 minuti non può non comportare qualche problema, in particolare relativo all'ubicazione. Al momento di progettare l'installazione, è stato necessario prendere in considerazione il livello della luce ambientale nell'area circostante, la distanza fra l'edificio e la pila di proiettori e la quantità di arredi stradali. 

Di conseguenza, WarPro ha dovuto aumentare il numero di proiettori (installati verticalmente in uno schema intrecciato) per evitare effetti d'ombra causati dalle luci stradali sulle superfici dell'edificio. Inoltre al contenuto è stata aggiunta una maschera PNG, per schermare la proiezione delle luci stradali, che avrebbe disturbato la visione. 

Ma War Productions non si è fermata qui: ha colto l'occasione del progetto Lightpool per presentare l'i-Booth. Questo concetto innovativo permette ai visitatori di vedere il proprio volto proiettato sul lato anteriore della torre. In pratica, una telecamera remota AW-HE2 di Panasonic acquisisce un'immagine in HD che viene quindi trasmessa in tre riquadri, attraverso l'edificio, nelle pause fra le sessioni dello show Lightpool. 

"La distanza di proiezione era notevole, quindi la luminosità dei proiettori Panasonic si è dimostrata fondamentale".

Alastair Young aggiunge: "La luminosità dei proiettori Panasonic si è dimostrata fondamentale. Poiché dovevamo posizionare i proiettori dietro l'installazione del "Comedy Carpet", la distanza di proiezione era considerevole. Inoltre, il festival crea di per sé un'intensa illuminazione ambientale, quindi era indispensabile che la mappatura fosse più luminosa di tutto ciò che la circondava". 

Contenuto creativo

Per vincere la gara d'appalto, WarPro si è avvalsa della collaborazione di esperti di The Projection Studio noti in tutto il mondo, quali Ross Ashton, artista della proiezione, e Karen Monid, tecnico del suono.

Ross Ashton, autore di eventi quali la cerimonia di chiusura della Coppa del Mondo 2010 e le Olimpiadi di Londra 2012, sostiene, a proposito del progetto Blackpool Tower: "È stato un vero piacere collaborare con WarPro e il Blackpool Council per realizzare uno show che guarda con ironia all'eredità storica di Blackpool. Questo è anche uno dei primi spettacoli di proiezione "Son et Lumière" semi-permanenti nel Regno Unito. Uno degli obiettivi delle manifestazioni di questo tipo è indurre le persone ad abbandonare l'automobile per riscoprire il centro della città apiedi. Siamo certi che, quando si cominceranno a notare i benefici turistici, il settore conoscerà un nuovo sviluppo".