I PROIETTORI PANASONIC MAPPANO “INTO THE FOREST”

Projection mapping al municipio di Waltham Forest, per festeggiare la nomina di Waltham a “London Borough of Culture”.

Senza attrezzature di riserva, il successo dell’evento dipendeva completamente dall’affidabilità dei proiettori Panasonic e dalla serenità che questi potevano offrirci.

Paul Wigfield, QED Production

Location – Waltham Forest
Prodotti forniti – PT-RZ31K
Sfida

Creare una performance di grande impatto visivo che si estendesse su tutte le superfici del municipio

Soluzione

Combinando dodici proiettori Panasonic è stato possibile allestire agevolmente una proiezione affidabile e ad alta luminosità


Insignite del titolo di primo “Mayor’s London Borough of Culture” (primo quartiere della cultura di Londra), Waltham Forest e la sua comunità hanno festeggiato la propria storia culturale con una serie di spettacoli di luci e suoni che si è protratta per tre giorni.

Il festival ha rinnovato il legame della comunità con le storie passate, presenti e future di questo quartiere nord-orientale, focalizzandosi su tre temi principali: gli innovatori, i creatori e la collettività.

Uno dei momenti culminanti è stata la performance serale “Into The Forest”, che ha letteralmente trasformato il municipio di Waltham. Frutto del lavoro artistico di Greenaway & Greenaway, lo spettacolo ha sfruttato le soluzioni tecnologiche dell’azienda di noleggio AV QED Productions proiettando un film che ha entusiasmato il pubblico con la storia di Waltham Forest, narrata attraverso lo sguardo delle diverse comunità locali.

Lo staff di Greenaway & Greenaway ha collaborato con il musicista e produttore Talvin Singh, già vincitore del Mercury Music Prize, che ha composto la colonna sonora per lo show, riportando i suoni della drum and bass in una delle aree in cui il genere ha avuto inizio nei primi anni 1990.

"I proiettori Panasonic erano più leggeri di altri, quindi si installavano con maggiore flessibilità e in posizioni più idonee per realizzare un mapping sull’intero edificio”.

In preparazione all’evento, QED Productions ha dovuto trovare il modo di integrare le tecnologie AV più appropriate per coprire tutte le superfici dell’edificio, pur mantenendo un livello elevato di affidabilità e qualità.

“Il municipio è un esempio straordinario di architettura art déco e occupa una location spettacolare - per noi era fondamentale valorizzarne il pieno potenziale e trasformarlo completamente”, sostiene Paul Wigfield, Director di QED. “Abbiamo deciso di utilizzare dodici proiettori PT-RZ31K Panasonic da 30.000 lumen, orientati verticalmente, per coprire le facciate anteriori dell’edificio, nonché tutti e tre i lati visibili della torre dell’orologio”.

Per realizzare una proiezione uniforme che coprisse tutte queste superfici diverse e riempisse l’area dietro le colonne centrali, è stato essenziale posizionare i proiettori con precisione, avvalendosi anche della modellazione 3D. Separando le colonne e la facciata nel progetto del modello, QED è riuscita a creare una tela omogenea su cui far scorrere le immagini, che allo stesso tempo permetteva al contenuto di avvolgersi intorno ai pilastri.


Quattro torri di proiezione di 6 m di altezza sono state collocate all’estremità opposta del sito rispetto all’edificio, con i fasci dei proiettori orientati in modo convergente per evitare la moltitudine di lampioni, alberi e strutture che altrimenti li avrebbe ostacolati.

Wigfield aggiunge: “A causa della complessità dell'edificio e della proiezione che stavamo cercando di allestire, la semplicità dell’installazione e del funzionamento era determinante. I proiettori Panasonic erano perfetti per l’evento in confronto ai dispositivi della concorrenza, poiché offrivano la risoluzione più elevata con un consumo di soli 13 ampere. Inoltre erano molto più leggeri, quindi si installavano con maggiore flessibilità e in posizioni più idonee per realizzare una mappatura della proiezione sull’intero edificio”.

Harry Ricardo, responsabile Digital Media di QED, commenta: “È un edificio davvero magnifico per una proiezione e, grazie a una scansione 3D completa della struttura e dell’area circostante, siamo riusciti a individuare le posizioni ottimali per i proiettori con largo anticipo”. Abbiamo progettato il modello per consentire a Greenaway & Greenaway di trarre il massimo vantaggio dalle caratteristiche architettoniche dell’edificio e di giocare con le sue forme. È entusiasmante far parte di un evento di questa portata, tanto apprezzato dalla comunità”.

La precisione della gamma di proiettori in combinazione al sistema in fibra KVM Xtreme di QED per la linea di media server di disguise si è dimostrata essenziale per creare la mappatura, in tutti i suoi angoli e lati. Tramite questo sistema è stato possibile controllare perfettamente i media server disponibili ovunque nel sito.

Paul Wigfield conclude: “Senza attrezzature di riserva dal vivo, il successo di questo evento dipendeva completamente dall’affidabilità dei proiettori Panasonic e dalla serenità che questi potevano offrirci. Combinando le idee creative di QED e la tecnologia di Panasonic per implementarle siamo riusciti a riunire la comunità per festeggiare degnamente la cultura di Waltham Forest”.