EXPO 2017 ASTANA: PER L'ITALIA UN PADIGLIONE A CURVE

Una sfida ai limiti della videoproiezione con 36 proiettori a laser PT-RZ770 Panasonic

Abbiamo realizzato una proiezione di otto metri dove l'edge blending era praticamente invisibile: 3 PT-RZ770 con ottiche a specchio ET-DLE030, ultra-short throw da 0,38:1, su una parete con un raggio di curvatura variabile

Alberto Duo, Responsabile contenuti e IT AV Set

Location – EXPO 2017 ASTANA
Sfida

Creazione di un effetto immersivo sfruttando le potenzialità delle proiezioni edge blending su superfici curve

Soluzione

Utilizzo di proiettori PT-RZ770 a laser DLP 1-Chip Panasonic, ottiche 0,38 a specchio, software Geometry Manager Pro con Auto Screen Adjustment


L'esposizione internazionale Expo 2017 Astana, si pone come obiettivo quello di mettere in luce il tema "Future Energy", ovvero la produzione di un'energia responsabile, efficiente e rinnovabile nel rispetto dell'ambiente. 

Per tale evento, il padiglione italiano di circa 900 mq, progettato dallo studio ABDR Architetti Associati, ha scelto la ricetta dell'evoluzione del settore energetico del paese dagli anni '50 ad oggi, le bionenergie, la politica energetica fino al 2050, la decarbonizzazione e la sicurezza ambientale.

Visitare il padiglione italiano all'Expo 2017 Astana, significa vivere l'esperienza di un fluire continuo di video proiettati su pareti curvilinee, per illustrare il paese in termini di storia, invenzioni, creatività e risorse naturali.

La proiezione realizzata sulle pareti curve del padiglione, grazie all'installazione di 36 proiettori PT-RZ770 - 7mila ANSI lumen, 1-chip DLP Panasonic (ottiche ET-DL085 e ET-DLE030), è "sincronizzata" con il passaggio delle persone, in armonia con la narrazione pensata dai curatori. 

Riadattare il progetto alle "sorprese"

La complessità dell'installazione del padiglione italiano all'Expo 2017 Astana, consiste nell'utilizzo del software Geometry Manager Pro (per operazioni di Edge Blending, Color Matching, Geometry Adjustment, Brightness Adjustment) con ottiche ultra-corte a specchio da 0,38, per proiezioni edge blending su superfici curve. In particolare, tre aspetti hanno rappresentato le maggiori difficoltà: tutti gli ambienti hanno raggi di curvatura variabili; il 95% della multiproiezione è in edge blending; a causa degli spazi ridotti, i proiettori sono installati vicino alle pareti.

Una volta giunta sul luogo dell'esposizione internazionale, l'azienda AV Set Produzioni (service, system integrator e produttrice di contenuti) ha riscontrato un ulteriore problema, ossia gestire le modifiche apportate alla struttura e agli impianti del padiglione. Un esempio rilevante, è l'infrastruttura per l'aria condizionata che toglie più spazio in altezza di quanto definito nel progetto iniziale, dovendo quindi collocare i proiettori più in basso  e affrontare diverse complicazioni, come le vibrazioni che l'aria trasmette su questi dispositivi, influendo negativamente sulla qualità dell'immagine.


Le soluzioni

La scelta di 36 proiettori laser Panasonic PT-RZ770 - 7mila ANSI lumen, 1-chip DLP con ottiche ET-DL085 (zoom 0,82÷1,04) e ET-DLE030 (ottica ultra-corta a specchio da 0,38), rappresenta la soluzione ottimale per la realizzazione della complessa installazione del padiglione Italia Expo 2017 Astana.

Inoltre, il problema relativo all'edge blending su pareti curve è stato risolto grazie al software Geometry Manager Pro sviluppato per correggere le geometrie, integrato con l'ET-CUK10 "Auto Screen Adjustment" (funzioni di Stacking, Edge Blending, Color Matching e Geometry Adjustment) ed ET-UK20 "Upgrade Kit" (funzioni di Grid Expansion, Rotation/Flip, Uniformity e Masking).

Spazio per spazio

Il padiglione Italia si è posto l'obiettivo di esaltare le peculiarità uniche dell'ambiente e del paesaggio italiano, quali la natura e la civiltà, mettendo in luce riferimenti al Rinascimento, al Barocco e al tessuto urbano medievale. I visitatori possono percorrere un percorso che conduce a quattro piazze che prendono il nome di celebri scienziati italiani, i quali hanno contribuito in modo rilevante allo sviluppo del settore energetico nazionale

Tra gli interventi più significativi, per quanto riguarda Piazza Volta (alias Piazza Verona), destinata ad accogliere i contenuti regionali, Alberto Duo, responsabile contenuti e IT AV Set, racconta "di una proiezione di otto metri dove l'edge blending era praticamente invisibile: 3 PT-RZ770 con ottiche a specchio ET-DLE030, ultra-short throw da 0,38:1, su una parete con un raggio di curvatura variabile". 

In Piazza Pacinotti (alias Piazza Lucca), luogo adatto ad evidenziare la natura, la cultura e la tecnologia, sono stati installati 6 videoproiettori Panasonic nella parete più lunga e 2 in quella più corta, riuscendo a posizionarli in un'ellisse molto stretta. 

In riferimento alla Piazza Leonardo da Vinci (alias Piazza Italia), sono stati installati altri 10 PT-RZ770 con ottiche ET-DL085, per coprire 180 mq di proiezione curva senza soluzione di continuità.

La ricetta del successo

Salvatore Parano, Direttore ICE, committente dell'iniziativa, afferma che "La ricetta del successo del padiglione Italia all'EXPO Astana 2017 è dovuta alla combinazione di ingredienti fondamentali, come la rapidità di realizzazione, competenza e scelte creative in linea con la tipologia dell'evento".

Un ulteriore elemento di grande successo del padiglione Italia all'EXPO Astana 2017 è l'orientamento verso un percorso che consente al visitatore di muoversi liberamente. Infatti, secondo Salvatore Parano, "il padiglione si differenzia dagli altri perchè lo scorrere delle immagini, dei testi, degli elementi sonori contribuiscono a creare un'esperienza fluida e piacevole, ma non eccessivamente impegnativa: non vi è alcuna costrizione, è il visitatore a decidere i tempi del suo percorso"