• Praga illuminata al Signal Festival

Praga illuminata al Signal Festival

AV Media sceglie la proiezione Panasonic per dare vita all'arte

Ogni anno, le strade e gli spazi pubblici a Praga vengono trasformati dal Signal Festival. Mettendo in mostra le opere di artisti cechi e internazionali, il Signal Festival attrae migliaia di persone nella famosa città turistica, con installazioni open-air e projection mapping su decine di edifici, oltre alla spettacolare cupola sferica Signal Dome. 

L'integratore AV Media collabora al Festival come partner tecnologico dal 2013 e, per l'edizione del 2016, ha fornito le tecnologie per un totale di cinque installazioni, tre delle quali basate su proiettori Panasonic. Il lavoro di AV Media si è classificato in finale per la categoria Live Event agli InAVation Award, che si svolgono ogni anno ad Amsterdam. 

L'allestimento presentato al Festival rappresenta un esempio eccellente dei progressi compiuti dalle tecnologie di projection mapping in pochi anni. Secondo una ricerca condotta da Panasonic fra i professionisti del settore, un quarto degli intervistati ha visto crescere ogni anno il fatturato associato al projection mapping di oltre il 50%; di questi, quasi la metà ha indicato un aumento superiore al 100%.

"È stato rassicurante potersi affidare a proiettori in grado di funzionare per periodi prolungati".

Gli organizzatori dell'evento sono sempre più attratti dalle possibilità offerte dalla proiezione a elevata luminosità, in alternativa ai metodi di commemorazione tradizionali come i fuochi d'artificio.  

Introdotta per la prima volta al festival nel 2015, la proiezione del Signal Dome, ispirata a un planetarium, spazia sulla testa degli spettatori, circondandoli in un mondo pieno di forme, luci e immagini, simile al cielo notturno. La proiezione Panasonic è al centro dell'installazione del Signal Dome. 

"Siamo orgogliosi di essere riusciti a ricreare la visione degli artisti con la tecnologia di proiezione"

Grazie a cinque proiettori PT-DZ21K, i visitatori hanno potuto immergersi in un'esperienza emozionante dalle 19:00 di ogni sera. Ciascuno dei cinque proiettori ha contribuito con 20.000 lumen di luminosità che, in combinazione, hanno creato un'ampia immagine da 100.000 lumen all'interno della cupola. 

In un'altra area del festival, il PT-DZ21K è stato scelto per un'installazione, basata sulla proiezione in 3D, dello studio di design Tigrelab di Barcellona. L'allestimento, intitolato "Mutis", intendeva celebrare il ricercatore e botanico spagnolo José Celestine Mutis. 

Sviluppato sul tema del blocco per appunti di uno scienziato, ha offerto ai visitatori un'esperienza audio-video orientata alla fantasia e alla cosmologia. Il PT-DZ21K integra un sistema a quattro lampade che, in caso di guasto di una lampada, continua a funzionare e garantisce il proseguimento della proiezione, benché a luminosità ridotta. 

Inoltre le funzioni di configurazione offrono agli operatori la scelta fra quattro modalità d'uso, con un'ampia gamma di luminosità. 

Una terza attrazione al festival del 2016 ha utilizzato proiettori Panasonic, modello PT-DW740: l'installazione "Noisescape" dell'artista finlandese Teemu Määttänen. Ispirata alla forma e alla bellezza di un'onda, la proiezione ha mostrato immagini complesse e increspate, che ricordavano un caleidoscopio ornamentale, in un'opera di forte suggestione. 

La sequenza video, progettata appositamente per un effetto illusionistico, ha impresso movimento a una superficie in compensato altrimenti statica. Il Booster RGB del PT-DW740 è l'ideale per una proiezione a colori vivaci, mentre grazie al supporto multischermo è semplice configurare il tipo di Edge Blending necessario per l'installazione. 

"Il Signal Festival è un evento di altissimo profilo a Praga, quindi è cruciale pianificare con cura ogni singolo dettaglio. È stato rassicurante potersi affidare a proiettori in grado di funzionare per periodi prolungati, che hanno contributo all'andamento ottimale del festival", commenta Michal Maťko di AV Media.  

"Collaboriamo con il festival come partner tecnologico da diversi anni e siamo orgogliosi di essere riusciti a ricreare così efficacemente la visione degli artisti utilizzando la tecnologia di proiezione. Non vediamo l'ora di proseguire il lavoro nel 2017, per la prossima edizione prevista a ottobre".