• Quando l'arte incontra il design

Quando l'arte incontra il design

140 display Panasonic da video wall creano l'installazione "KŪKAN" a Fuori Salone.

A Fuori Salone 2016, l'originale visione del mondo e le bellezze naturali del Giappone sono state esibite su sette pilastri enormi, creati utilizzando 140 display da video wall professionali da 55" Panasonic.

Fuori Salone (dal 12 al 17 aprile 2016, a Milano, Italia) fa parte della Settimana del Design di Milano – una manifestazione che, riunendo 160 Paesi e superando i 370.000 visitatori, esercita un'influenza significativa sull'intero settore e rappresenta un trampolino di lancio per le tendenze più recenti del design internazionale. Negli ultimi anni, Fuori Salone si è evoluta, oltrepassando i limiti delle fiere specializzate per assumere sempre più il ruolo di piattaforma dove trovano espressione i brand più diversi e innovativi.

Per l'evento di quest'anno, Panasonic ha commissionato l'installazione "KŪKAN", o "Invenzione dello spazio", presentata in una mostra nel quartiere di Brera e che ha combinato tecnologie di imaging e audio dell'azienda.

Per realizzarla, 140 pannelli TH-55LFV5 sono stati disposti in sette pilastri, ciascuno di altezza superiore a sei metri. Unendo la cultura tradizionale giapponese con tecnologie all'avanguardia si è ottenuta un'autentica esperienza del "Giappone delle meraviglie", di grande suggestione per i visitatori.

I sette pilastri corrispondevano a sette dimensioni distinte, ciascuna delle quali segnava una tappa nella storia della cultura, dall'epoca antica ai tempi moderni, al fine di creare un'idea spaziale feconda, ricca di ispirazione e capace di evocare anticipazioni illuminanti dello spazio successivo.

L'installazione ha ricevuto il premio "People's Choice", nell'ambito dei Milano Design Award 2016 – la competizione ufficiale dei quartieri e organizzazioni che hanno ospitato Fuori Salone.

Il premio People's Choice è una categoria introdotta quest'anno, in cui i visitatori, utilizzando un'app per smartphone, votano l'installazione migliore fra 16 opere nominate in una rassegna di ben 1200.

Alla cerimonia di apertura, il produttore Shuichi Furumi ha presentato "KŪKAN" come segue. "Abbiamo realizzato uno spazio in tre dimensioni, utilizzando 7 pilastri e 140 monitor: le "7 Dimensioni". Vorrei che pensaste a questo allestimento come a una macchina che reinventa lo spazio. Lo spazio viene scomposto. Poi viene ricostruito, in modo totalmente nuovo. E il tempo entra nello spazio. Vorrei che vi prendeste il tempo per visitarlo. Giratevi intorno, entrate nei pilastri. Scoprite, "sentite" l'idea dello spazio nella cultura giapponese. E immergetevi in uno spazio ignoto e inesplorato".

Per creare ciascuno dei sette pilastri sono stati utilizzati 20 display professionali LFV5, ciascuno da 55". La ridotta profondità dello schermo, di soli 122 mm, insieme al design minimalista, rendono LFV5 ideale per gli spazi pubblici. 

"I visitatori sono rimasti incantati. Alcuni si sono persino seduti a terra, per ammirarla dal basso in alto".

La luminosità di 500 cd/m², il pannello IPS D-LED che fornisce un ampio angolo di visualizzazione e il trattamento antiriflesso sulla superficie per ridurre il riflesso della luce ambientale, garantiscono un’elevata visibilità indipendentemente dai livelli di illuminazione presenti.

Il display è dotato di una cornice da 5,3 mm che fornisce immagini vivide, dinamiche e naturali, scorrevoli e di elevata fluidità. Il basso consumo energetico è favorito da un sistema di retroilluminazione a LED, che migliora i livelli di nero e il contrasto.

Il sig. Shuichi Furumi, Presidente di SD Associates, Inc., responsabile generale della progettazione e dell'implementazione, ha dichiarato: "Abbiamo creato uno spazio sconosciuto semplicemente utilizzando immagini. Credo sia la prima volta che ciò accade al mondo. I visitatori ne sono rimasti incantati: si aggiravano da un pilastro all'altro, guardandosi intorno con stupore, si sedevano per immergersi nel flusso di immagini e alcuni si sono persino sdraiati a terra, per ammirarle dal basso. Molti esclamavano, eccitati: "Bravissimo!". Non avremmo potuto sperare in un premio migliore. Grazie a tutti".

"Abbiamo sentito molti esclamare: "Bravissimo!"."

Il contenuto esprimeva una prospettiva sul mondo che si tramanda in Giappone da migliaia di anni. Le rappresentazioni del caratteristico senso giapponese del "contrasto" e del "limite" si succedevano l'una dopo l'altra, mostrando la storia, la natura, la cultura e l'arte – dall'antico passato fino a oggi. Tutto questo ha suscitato un estremo coinvolgimento nei visitatori, che si sentivano allo stesso tempo distinti, nella loro unicità, ma intimamente connessi agli altri.

Il sig. Masao Ochiai che, quale Direttore creativo di Montage Inc. è l'autore delle immagini visualizzate nell'evento, ha commentato: "Ho visto persone venirmi incontro per stringermi le mani, entusiaste per la spettacolarità dell'installazione, mentre altre non hanno perso una parola della mia spiegazione sulle varie immagini in mostra. Come creativo, è stato un momento di grande soddisfazione notare quanti visitatori si siano sinceramente appassionati all'evento. Sono molto lieto di avere avuto questa opportunità e vorrei esprimere la mia commossa gratitudine al personale di produzione e operativo".