Una visione della terra dall'alto - Visual System Solutions | Panasonic Business
  • Una visione della terra dall'alto

Una visione della terra dall'alto

Panasonic Business allestisce una soluzione di proiezione a laser intuitiva presso il gasometro di Oberhausen, in Germania

Nella regione della Ruhr, in Germania, sorge lo storico gasometro di Oberhausen, un'icona dell'eredità industriale del Paese. Costruito nel 1920, il gasometro più alto d'Europa di recente è stato riconvertito in uno spazio espositivo da 7.000 metri quadrati. Nell'interno ampio e profondo si svolgono eventi tutto l'anno, inclusi concerti e produzioni teatrali.

L'ultima mostra del museo, "Wunder der Natur" (La meraviglia della natura), celebra la biodiversità dell'ecosistema esponendo il meglio della fotografia della fauna selvaggia e della natura. L'evento ha riscosso un successo tale che si è pensato di estenderlo per un altro anno, fino alla fine del 2017. 

Proposta inizialmente dal curatore Peter Pachnicke, l'esposizione riunisce 150 illustrazioni di grande formato, opera del fotoreporter Christian Ziegler e del microfotografo Manfred Kage, insieme a sequenze documentaristiche tratte da serie TV della BBC e dallo spettacolare Planet Earth, noto in tutto il mondo. 

 

"Panasonic ci ha fornito un supporto straordinario"

L'attrazione della mostra è una sfera da 25 m di diametro sospesa nei 100 m di altezza dello spazio espositivo, progettata da Intermediate Engineering. Qui i proiettori a laser PT-RZ670 Panasonic riproducono la terra utilizzando immagini satellitari mozzafiato, ad alta risoluzione, ottenute grazie a una partnership con il Centro aerospaziale tedesco (DLR).

Acquisite da satelliti orbitanti a 36.000 km oltre l'atmosfera terreste, le immagini accelerate mostrano un panorama di forte impatto, in cui giorno e notte si alternano incessantemente, al passaggio delle stagioni. Inoltre i visitatori possono ammirare la formazione del ghiaccio al Polo Nord durante l'inverno, accompagnata dal movimento di aria e nuvole.

Il video è costituito da 1,5 milioni di immagini generate da una schiera di satelliti e combinate in sequenza da DLR, a formare un'unica pellicola cinematografica. 

12 proiettori a laser investono la sfera con un mapping da 27.648.000 pixel. Un ascensore di vetro conduce fino al tetto del gasometro e permette di godere di un'impressionante vista panoramica della terra, ricreata fedelmente mediante avanzate tecnologie di proiezione.

Il team di Intermediate Engineering ha iniziato i lavori realizzando il prototipo di un rig in scala ridotta nella propria sede, grazie al quale ha potuto configurare e testare i sistemi informatici di monitoraggio e il software di mappatura, per poi implementare il progetto nelle dimensioni reali presso il gasometro.

DLR ha creato le videosequenze per ciascun proiettore utilizzando un rig da telecamera virtuale fornito da Intermediate Engineering. Le telecamere sono state orientate sulla sfera in un gasometro virtuale in modo da individuare la posizione appropriata per ogni proiettore e assicurarsi che la proiezione fosse allineata esattamente nella configurazione definitiva. Per completare il rendering del contenuto sono stati necessari 90 giorni in totale.

La struttura prevalentemente in acciaio del gasometro ha causato vari problemi pratici, anche perché all'interno della struttura l'umidità arriva al 95% e le temperature possono toccare i 44 °C. Il server di controllo remoto di Intermediate Engineering monitorava l'ambiente per garantire il funzionamento costante delle attrezzature, ma poiché il supporto tecnico si trovava a cinque ore di distanza, per l'azienda era essenziale scegliere un pacchetto di dispositivi e assistenza affidabile. 

"Qualsiasi azienda può riscontrare problemi con le proprie soluzioni, ma a fare la differenza è il modo di affrontarli. È indispensabile risolverli, e risolverli rapidamente", commenta Heiko Wandrey, fondatore e Managing Director di Intermediate Engineering.

"Un servizio eccellente si basa, prima di tutto, su comunicazioni ottimali. Abbiamo ricevuto un supporto fantastico da Panasonic, ogni volta che ci siamo rivolti a loro per un parere. Da Panasonic ci aspettiamo soluzioni di prim'ordine". 

Grazie a un accordo di assistenza esteso, comprensivo di un'unità sostitutiva dedicata, in caso di problemi il team di Intermediate Engineering sapeva di poter contare su competenze avanzate che, tramite suggerimenti e assistenza, avrebbero garantito il funzionamento migliore possibile. In particolare, l'accordo prevede che, se si verifica il guasto di un proiettore prima delle 12:00, Intermediate Engineering riceverà un'unità sostitutiva entro 24 ore.

"Durante l'inverno le temperature sono state talmente rigide che, a volte, i proiettori faticavano ad avviarsi. Panasonic ha risolto il problema fornendo proiettori sostitutivi, potenziati ad hoc per l'avvio in ambienti a basse temperature. Siamo veramente soddisfatti dei risultati", afferma Heiko Wandrey.

La proiezione doveva risultare il più fedele possibile alla natura nel mondo reale: "I colori devono essere vivaci e brillanti, il warping estremamente dettagliato, la luminosità elevata, la mappatura senza confronti. Stavamo lavorando all'attrazione principale del museo, era fondamentale vincere questa sfida", aggiunge Heiko Wandrey.

 

Qualità superiore, proiezione resiliente

 

Con una vita utile senza manutenzione di 20.000 ore, grazie alla tecnologia a laser SOLID SHINE di Panasonic, il PT-RZ670 si è dimostrato all'altezza. 6.500 ansi lumen forniscono un livello di luminosità straordinario e le opzioni di montaggio flessibile, a 360°, hanno consentito di installare perfettamente un elemento centrale tanto insolito e suggestivo.

Inoltre il case sigillato a tenuta ermetica garantisce una qualità dell'immagine superba, persino nell'ambiente polveroso e affollato del museo. Cinque modalità selezionabili assicurano la combinazione ideale tra luminosità e utilizzo prolungato - in particolare, la modalità più efficiente copre 87.600 ore di funzionamento senza manutenzione.

Numero di proiettori: 12
Risoluzione della sfera virtuale in pixel: 27,648,000
Numero di sensori di luminosità per la calibrazione automatica: 52
Altezza del gasometro in metri: 117.5
Diametro del gasometro in metri: 67.6
Temperatura massima all'interno del gasometro in gradi Celsius: 44
Umidità massima all'interno del gasometro in percentuale: 95.3%